Setup Menus in Admin Panel

Dal 10 all’1: voti di latino e greco scritto

Criteri di valutazione: voti latino e greco scritto

Per un insegnante non è mai semplice “mettere un voto”. Molti sono i fattori che un insegnante (competente) deve tenere in considerazione quando valuta un compito scritto, così come per l’interrogazione orale.

In effetti per la versione in classe la situazione è un po’ più delicata in quanto come abbiamo già detto il compito in classe è un documento ufficiale e quindi i criteri di valutazione devono essere oggettivi e riferirsi esclusivamente alla prova in oggetto.
L’interrogazione “alla cattedra” può essere ad esempio condizionata dal vostro “iter”, nel senso che il vostro insegnante probabilmente potrà assegnarvi un voto più alto se avrà visto un grande impegno, soprattutto quando si passa da una “grave insufficienza” a una preparazione più o meno sufficiente: non sono pochi gli insegnanti (secondo noi a ragione) che vi daranno un 6 pieno, una sufficienza, anche se la vostra prova orale andava giudicata come leggermente insufficiente; questo perché cercano di incoraggiarvi e di premiare il vostro impegno.

Per le prove scritte, i criteri invece dovrebbero essere rigidi, anche se l’insegnante non è infallibile e può commettere dei piccoli sbagli di valutazione. Voi alunni non dovete dimenticare questo aspetto e dovreste essere più comprensivi!

Vi riportiamo una griglia di esplicazione per i voti nei compiti scritti di latino e greco. Si tratta di una griglia di riferimento per un docente che però può tornare molto utile anche a voi alunni per comprendere i voti delle versioni in classe.
Perché ho avuto 3? Se la mia traduzione è stata valutata 8, tra i migliori voti di latino e greco scritto, ho dimostrato una buona padronanza della lingua? Non dovevo avere 4, almeno 5!

 

P.S. Molti insegnanti difficilmente giudicano da 9 o 10 la traduzione di una versione, soprattutto nel primo biennio, ma nello stesso tempo è difficile che mettano 1 o 2 !!!

 

Griglia di valutazione / autovalutazione

 

Buono – ottimo (8-10): l’alunno analizza con precisione e chiarezza la struttura dei testi proposti, di
cui coglie appieno il significato e di cui propone una traduzione rigorosa ma che tiene conto delle
caratteristiche proprie della lingua d’arrivo; evidenzia una sicura conoscenza teorica di morfologia e
sintassi e sa cogliere differenze e analogie fra le lingue studiate.

Sufficiente – discreto (6-7): l’alunno sa compiere l’analisi logica e del periodo riconoscendo le
strutture sintattiche essenziali di un testo, di cui propone una traduzione abbastanza fedele e
coerente; dimostra una sostanziale conoscenza teorica di morfologia e sintassi.

Insufficienza (5): l’alunno trova difficoltà nell’analizzare e riconoscere la struttura di un testo
semplice, nel coglierne compiutamente il senso; commette numerosi errori che denotano diffuse
carenze nella conoscenza della morfologia e della sintassi.

Netta insufficienza (4): l’alunno non riesce ad analizzare e riconoscere la struttura di un testo
semplice; commette numerosi e gravi errori che denotano serie difficoltà nell’orientarsi nel sistema
linguistico studiato; presenta uno studio disorganico, frammentario, acritico e molto carente
nell’informazione.

Grave insufficienza (1-3): l’alunno è disorientato davanti ad un testo semplice, non ne coglie
assolutamente il senso e produce traduzioni prive di significato; commette ripetuti, svariati e
gravissimi errori; non conosce le basi del sistema linguistico greco o latino, nonché delle regole grammaticali dell’italiano.

1 Marzo 2019

Greco e latino Copyright © 2019 Service hde P.IVA 07611461216 Tutti i diritti riservati

      logo service hde piccolo PayPal_carte di credito