L’immortalità di Achille (trad)

Share with:


Ὡς ἐγέννησε Θέτις ἐκ Πηλέως βρέφος, ἀθάνατον θέλουσα ποιῆσαι τοῦτο, κρύφα Πηλέως εἰς τὸ πῦρ ἐγκρύπτουσα τῆς νυκτὸς ἔφθειρεν ὃ ἦν αὐτῷ θνητὸν πατρῷον, μεθ᾿ἡμέραν δὲ ἔχριεν ἀμβροσίᾳ.

Quando Teti generò un bambino da Peleo, volendo renderlo immortale, all’insaputa di Peleo nascondendolo nel fuoco di notte distruggeva ciò che lui aveva di mortale da parte del padre, di giorno invece lo ungeva d’ambrosia.

Πηλεὺς δὲ ἐπιτηρήσας καὶ σπαίροντα τὸν παῖδα ἰδὼν ἐπὶ τοῦ πυρὸς ἐβόησε· καὶ Θέτις κωλυθεῖσα τὴν προαίρεσιν τελειῶσαι, νήπιον τὸν παῖδα ἀπολιποῦσα πρὸς Νηρηίδας ᾤχετο.

Peleo avendo spiato e avendo visto il figlio che si dimenava sul fuoco levò un grido; e Teti non potendo (lett “essendo stata impedita”) portare a termine il piano, avendo abbandonato il figlio piccolo si recava dalle Nereidi.

Κομίζει δὲ τὸν παῖδα πρὸς Χείρωνα Πηλεὺς. Ὁ δὲ λαβὼν αὐτὸν ἔτρεφε σπλάγχνοις λεόντων καὶ συῶν ἀγρίων καὶ ἄρκτων μυελοῖς.

Ma Peleo porta il figlio da Chirone. Egli dopo averlo preso lo nutriva con viscere di leoni e cinghiali e con midolla di orsi.

Ὡς δὲ ἐγένετο ἐνναέτης Ἀχιλλεύς, Κάλχαντος λέγοντος οὐ δύνασθαι χωρὶς αὐτοῦ Τροίαν αἱρεθῆναι, Θέτις προειδυῖα ὅτι δεῖ στρατευόμενον αὐτὸν ἀπολέσθαι, κρύψασα ἐσθῆτι γυναικείᾳ ὡς παρθένον Λυκομήδει παρέθετο.

Quando Achille ebbe nove anni, dicendo Calcante che Troia non poteva essere espugnata senza di lui, Teti prevedendo che era inevitabile che lui morisse combattendo, avendolo nascosto in abiti femminili come una fanciulla lo affidò a Licomede.

Ὀδυσσεὺς δὲ παρὰ Λυκομήδει ζητῶν Ἀχιλλέα, σάλπιγγι χρησάμενος εὗρε.

Ma Odisseo cercando Achille presso Licomede, servendosi di una tromba lo trovò.

Καὶ τοῦτον τὸν τρόπον εἰς Τροίαν ἧλθεν.

E in questo modo andò a Troia.

Share with:


8 Ottobre 2014

Greco e latino Copyright © 2019 Service hde P.IVA 07611461216 Tutti i diritti riservati

      logo service hde piccolo PayPal_carte di credito