Studiare il greco e il latino durante le vacanze: come, cosa e soprattutto perché

Perché studiare il greco e il latino durante le vacanze?

 

Con gli esami di maturità finalmente alle spalle, alcuni di voi si staranno domandando se studiare il greco e il latino durante le vacanze. Alcuni smetteranno di consultare la nostra piattaforma, salutando il greco e latino nella quotidianità.
Per tutti gli altri resta importante continuare a praticare queste discipline, ovvero studiare il greco e il latino durante le vacanze. Non certo con la stessa intensità, eppure non conviene allentare del tutto la presa su queste materie.

In questa scheda proviamo ad indicarti un metodo di studio per non abbandonare il greco e il latino concentrandoci sull’importanza di studiare il greco e il latino durante le vacanze.

 

 

A ciascuno il suo … metodo

 

Prima di tutto, una buona distinzione va fatta tra chi ancora sta apprendendo la grammatica greca o la grammatica latina (in particolare, chi ha appena terminato il primo anno di liceo) e chi è poco più avanti negli studi; una vacanza è quanto mai auspicabile, eppure al rientro non bisogna lasciarsi trovare impreparati. Quindi riprendere il polso della traduzione è senza dubbio utile, qualunque annualità si stia frequentando!

Una traduzione a settimana di greco, una traduzione a settimana di latino può essere considerato il minimo sindacale.
Se proprio non volete, traducete almeno qualche frase di greco e latino ogni tanto, ma evitate assolutamente di restare a digiuno di greco e latino per più di trenta giorni!

A piccole dosi, come per il primo sole: come una abbronzatura improvvisa si fa scottante, così è pesante il rientro alla prova con la disciplina della traduzione.

Consulta pure il tuo libro di testo, non mandare in vacanza pure lui!

 

 

Studiare il greco e il latino durante le vacanze fa bene a tutti!

 

All’esercizio della traduzione, puoi affiancare la lettura di opere della tradizione. Ebbene sì, puoi finalmente lasciare da parte i passi antologici rubricati nelle sorti del classico per diventare palestra grammaticale finalizzata alla sola interrogazione e provare a leggere in assoluta completezza le tragedie e le commedie di cui avrai forse imparato la trama, non necessariamente conosciuto i personaggi per come si muovono sulla scena, per come interagiscono con la situazione scenica.

Le vacanze possono lasciare spazio anche a questo, ma di certo non solo a questo. Non cerchiamo studenti la cui ragione di vita sia lo studio, piuttosto che si interfaccino alla vita attraverso lo studio: da qui la nostra proposta di costruire un portale in relazione alle lingue antiche, perché l’intreccio tra la vita e lo studio sono verificabili nella lingua stessa che accompagna una cultura.

 

 

Tre principi per l’estate per studiare il greco e il latino durante le vacanze

 

Per rendere le cose più semplici abbiamo pensato allora di sintetizzare la nostra proposta in tre semplici punti:

 

1)  Traduci pure poco, ma prova a tradurre sempre (consulta la nostra lista di versioni di latino e versioni di greco)

2) Leggi qualche opera, a tuo sentimento: non farà di certo male… anzi!

3) Non stancarti troppo, riposati pure!

 

 

Come studiare il latino durante le vacanze?

 

L’intreccio tra le nostre statistiche e le vostre richieste permette di profilare gli utenti di questa singolare offerta didattica; il crescente numero di richieste che arrivano sulle traduzioni in latino mostra come il pubblico di studenti di questa disciplina sia più ampio, lasciandoci immaginare come il portale Grecoelatino accolga studenti che frequentano anche licei diversi, non necessariamente il liceo classico.

Questo è per noi un privilegio e vi ringraziamo della vostra fiducia!

 

 

L’autonomia del latino

 

Il latino viene spesso concepito come sostegno all’italiano, soprattutto nei licei di impronta scientifica, eppure è chiara a tutti la sua autonomia, già da ogni confronto linguistico.
Il latino, la lingua che più di ogni altra ha attraversato i secoli col privilegio dell’autorità garantita dalle forze ecclesiastiche, soffre i paragoni, vuole essere parimenti praticato se è vero che mens sana in corpore sano (est).

Provate a dare uno sguardo ogni tanto al libro, giusto per non sentire troppo il distacco; anche le materie umanistiche soffrono “la sindrome dell’abbandono” e solitamente i sintomi si riflettono sul discente che, avendo abbandonato, continua ad abbandonare finché arriva il tempo di tornare un’altra volta insieme e il passato dell’abbandono è divenuto ormai irrecuperabile.

 

 

Una proposta dedicata per il latino

 

traducete almeno delle frasi di latino ogni tanto con un grado di difficoltà prima inferiore, poi pari a quello che avete lasciato a scuola grazie ai potenti mezzi della didattica a distanza. Se proprio volete superarvi, una versione di latino a settimana è proprio quello che serve!

 

ogni tanto ripetete la grammatica latina: le coniugazioni, le declinazioni… tutte quelle cose che si fa fatica a ricordare quando si va a scuola, figuriamoci quando stiamo in vacanza. Solo in questo modo possiamo evitare di dovere sempre imparare le cose dal principio, uno sforzo che si rinnova ad ogni ripresa scolastica. Immaginate se la preparazione atletica dei calciatori iniziasse solo una settimana prima del campionato, sarebbe per loro impossibile solo giocare una partita di 90 minuti; in altre parole, come i ritiri estivi servono per far riprendere ai giocatori i carichi, così non dimenticate di allenarvi a ranghi ridotti durante l’estate.
Il minimo sindacale, almeno, dunque coniugazioni e declinazioni: ebbene sì, almeno le parti variabili del discorso!

 

– se proprio proprio volete fare una esperienza fuori dal comune, datevi alla lettura: avete sempre sentito parlare di Cicerone, ma non l’avete mai sentito parlare, è arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti, leggere una delle sue orazioni, una sua opera filosofica. Magari vi sta antipatico Cicerone, non Cesare: andate da Cesare; oppure preferite il teatro? Plauto e Terenzio non aspettano altro che rivivere nella vostra lettura!

 

Perché studiare il greco e il latino durante le vacanze? Come vedete i motivi sono più che validi!!!

 

Buone vacanze!!!

 

Lo staff di grecoelatino

 

Share with:


3 Agosto 2020

0 responses on "Studiare il greco e il latino durante le vacanze: come, cosa e soprattutto perché"

Leave a Message

Greco e latino Copyright © 2020 Service hde P.IVA 07611461216 Tutti i diritti riservati

      logo service hde piccolo