Legge di Osthoff

L’abbreviamento vocalico secondo la legge di Osthoff

 

La legge di Osthoff prende nome dal linguista e filologo tedesco Hermann Osthoff vissuto nella seconda metà del 1800.
Si tratta di un fenomeno fonetico che rientra nella metatesi quantitativa e che avviene nel greco antico (ma anche in latino). Una vocale lunga si abbrevia davanti a una consonante nasale (μ, ν) o liquida (λ, ρ) seguita da un’altra consonante. Ad esempio il vocabolo γνωντες diventa γνόντες.

Per la legge di Osthoff una vocale da lunga diventa breve, ma solo in alcuni casi.
Oltre al caso delle liquide e nasali (+ consonante) dobbiamo ricordare che secondo questo mutamento fonetico un dittongo improprio diventa proprio se è seguito da una consonante oppure una sonante. Ad esempio il termine Ζηυς che diventa Ζεύς.

 

 

L’accento nella legge di Osthoff

 

L’accento resta nella stessa posizione anche se può trasformarsi, ad esempio da circonflesso potrebbe diventare grave oppure acuto.

N.B. Questa legge non si applica nella terza persona plurale del congiuntivo medio di ogni tempo.

 

 

Ti consigliamo di leggere “La contrazione nella lingua greca“.

Condividi con:


3 Aprile 2020

0 responses on "Legge di Osthoff"

Leave a Message

Greco e latino Copyright © 2020 Service hde P.IVA 07611461216 Tutti i diritti riservati

      logo service hde piccolo